Cerca una ricetta o un ingrediente

lunedì 3 dicembre 2007

Patate in purgatorio

Sia chiaro che non stiamo parlando del famigerato Rocco, specialista sui generis di patate fritte e non... :-D

Ho riesumato da un vecchio scaffale delle riviste vecchie come il cucco di mia madre, dove c'erano delle monografie di cucina regionale italiana e ho trovato una vera miniera di ricette.

Quella che attualmente va per la maggiore è quella sulla cucina della Basilicata e la ricetta che ho provato è tanto banale quanto deliziosa:

patate in purgatorio (o all'inferno, dipendendo dalla furia del peperoncino...)

Ingredienti: 3-4 patate grosse
mezzo bicchiere d'olio d'oliva extravergine
peperoncino rosso piccante ad libitum
prezzemolo tritato
1-2 spicchi d'aglio (1 se grosso, 2 se piccoli)
sale q.b.

Image Hosted by ImageShack.us

Procedimento:
Lavare e lessare le patate a vapore. Pelarle e tagliarle a dischi di circa 1 cm di spessore.
La ricetta dice che a questo punto vanno lasciate raffreddare, però io avevo fame e le ho mangiate calde.
Tritare il prezzemolo con l'aglio.
Scaldare l'olio e il peperoncino a pezzetti.
Cospargere le patate con il sale e il trito di prezzemolo e aglio, quindi versarci sopra l'olio bollente.

Servire come contorno, ad esempio di carne da bollito.

5 commenti:

luciana ha detto...

buona questa ricetta..
da noi (senza peperoncino) le faceva la mia nonna e le chiamava "patate alla povera"...
ora le proverò anche col peperoncino che a me piace molto...
grazie Tlaz

Byte64 ha detto...

In effetti non sembra un piatto troppo raffinato, ma a noi non ce importa assolutamente nulla.

Vai col peperoncino Lucià!

sibilla ha detto...

Tlazzi, anche qui le facciamo ste patate ma non so come si chiamino :)

Byte64 ha detto...

ma figurati se a Napoli non avete un nome di fantasia per queste patate, non ci credo neaaaaanche....

;-)

luciana ha detto...

Tlaz.. questa ricetta non sarà raffinata come dici tu, ma sicuramente è una squisita ricetta...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...