Cerca una ricetta o un ingrediente

lunedì 31 marzo 2008

Gnocco ingrassato ovvere cosa fare se avanza impasto per crescentine

In genere tendo a non preparare dosi esagerate, detesto avere la casa che pullula di avanzi, però capita a volta di organizzare cene in cui il numero dei partecipanti varia fino al momento del grappino finale.
Ieri sera ad esempio ho preparato un po' di crescentine seguendo la ricetta numero 3 (ma con sola farina normale perché integrale non ne avevo). Ho fatto doppia dose perché dovevamo essere in 12, invece alla fine eravamo in 8 e ho deciso di non cuocere tutto l'impasto, ma lasciarne da parte circa un quarto per farci una specie di gnocco ingrassato. La ricetta canonica del gnocco ingrassato è sicuramente diversa, però qui si trattava di riciclare l'impasto e magari un po' di pesto per le crescentine.

Dopo averlo lasciato lievitare un paio d'ore extra, ben coperto perché non si seccasse, l'ho separato in due parti, sommariamente steso e messo a lieviatare ancora nelle teglie.
Al momento di infornare l'ho massaggiato con il pesto per le crescentine avanzato, cosparso di qualche grano di sale grosso e infornato a 200 gradi per neanche 20 minuti.

Il risultato, morbidissimo e saporito lo vedete nelle foto.
Ovviamente siete liberi di aggiungere fettine pancetta intere o tagliate a pezzetti, io ho preferito non esagerare, anche perché nulla vieta di farcirlo con salume fresco.
Da notare che su 2 chili di farina ho usato 20g di lievito fresco, il resto lo ha fatto una lievitazione iniziale di circa 3 ore e mezza più altre 3 una volta rimpastato.

4 commenti:

giò ha detto...

Lievitazione lenta, alveolatura perfetta.
Bello lo gnocco ingrassato, peccato che non sia ingrassato solo lui :(

Byte64 ha detto...

A chi lo dici Sibbbbbì!!

infatti il gnocco ingrassato, è uno sfizio da concedersi 1 o 2 volte l'anno...

Nora ha detto...

Este gnocco ingrassato, se parece a nuestras HOJALDRAS que son unos panes mantecosos ni completamente dulces ni salados, le ponen sal y azúcar, los conoces? Son como los bollos para hamburguesa en la forma. Mucha paciencia hay que tener para hacer tu gnocco, la cual no tengo je je. Pero la paciencia es un árbol raíces amargas que da frutos muy dulces
(te gusta la frase?)

Saludos! CIAO!

Byte64 ha detto...

Nora,
aquí en Modena tenemos toda una variedad de "gnocco", hay gnocco frito, gnocco al horno, gnocco al horno con pedacitos de jamón serrano. Cuando el gnocco es delgadito se dice stria, una palabra del idioma local que significa bruja.

Estoy investigando la receta de las hojaldras, a ver si encuentro una buena.

Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...