Cerca una ricetta o un ingrediente

Caricamento in corso...

lunedì 21 novembre 2011

Pappardelle ai funghi e zucca per una domenica vecchio stampo

Ieri mattina mi sono svegliato con una sana voglia di riprendere in mano il mattarello e di mettere a frutto le centinaia di masterclass gratuite che a suo tempo mia madre mi diede alla domenica mattina, quando tipicamente pigliava fuori 10-12 uova dal frigo e si divertiva a preparare la sfoglia, che poi si sarebbe trasformata in tortelli, ravioli, maltagliati, tagliatelle, pappardelle, eccetera, a seconda delle occasioni.

pappardelle ai funghi porcini e zucca

In effetti in questi ultimi dieci anni ho tirato molto raramente la sfoglia a mano, eppure è tra le cose che ho imparato a fare abbastanza presto, quando imploravo mia madre di lasciarmela stendere al posto suo, finché non provocavo qualche disastro involontariamente e venivo rimandato in tribuna ad assistere. Non per niente il "quando cucino io, scansatevi" l'avevo comprato per mia madre.

Insomma, armato di questa inspiegabile voglia di preparare la sfoglia, che poi in mantovano si dice virilmente al sfoi, con il proposito poi di trasformarne parte in pappardelle ai funghi porcini secchi e la rimanenza in maltagliati da usare in seguito, ho impastato 4 uova, una dose modesta ma giusta per una bella sbafata domenicale di pasta fatta a mano.

Ingredienti per la sfoglia:
400g di farina tipo 00
4 uova
un pizzico di sale

Ingredienti per il condimento:
150g di zucca cotta
30g di funghi porcini secchi (pesati prima dell'ammollo in acqua tiepida)
30g di burro
due spicchi d'aglio piccoli o uno grande
un quarto di cipolla piccola
una bacca di ginepro
3 foglie di salvia
pepe nero macinato al gusto
noce moscata q.b.
mezzo bicchiere di vino bianco
parmigiano grattugiato al gusto


Procedimento:
Non mi vogliate male, ma è inutile dare istruzioni scritte su come fare la sfoglia a mano. Bisogna vederla fare e poi provare. Se preferite usare la macchina della pasta, che ho pure io, avrete la mia benedizione comunque, altrimenti pasta all'uovo comprata, prometto che non lo dirò a nessuno ;-)

masa para pasta fresca de huevo, lista para extender con el rodillo

pasta fresca de huevo al estilo italiano (formato pappardelle)
Diciamo quindi che le pappardelle all'uovo siano pronte, i funghi già ammollati, la zucca già cotta. Fate un soffritto a base di burro, aglio e cipolla tritata molto finemente. Quando la cipolla è imbiondita, versate i funghi che nel frattempo avrete tritato leggermente. Fateli saltare per qualche minuto, poi aggiungete la polpa della zucca schiacciata con la forchetta, infine aggiungete il vino bianco. In seguito, aggiungete le foglioline di salvia sminuzzate, la bacca di ginepro triturata, una leggera grattata di noce moscata, pepe nero macinato. Correggete di sale ed aggiungete un po' di liquido, se avete del brodo tanto meglio, ma sempre poco alla volta, il condimento non dev'essere liquido, ma nemmeno troppo denso altrimenti farete fatica a condire la pasta.
Mentre preparate il condimento, portate ad ebollizione l'acqua per le pappardelle, che non impiegheranno molto a cuocersi, 5 minuti circa, nel dubbio assaggiate per sentire la cottura.
Con la pasta fatta a mano c'è sempre qualche lieve irregolarità nello spessore, per cui è sempre meglio cuocere leggermente di più che meno (opinione personale).

pappardelle con hongos "porchini" y calabaza
Su questo tipo di pasta per me ci sta bene anche una spolverata di parmigiano grattugiato, anche se non è strettamente indispensabile.

13 commenti:

Mary ha detto...

per me su questo tipo di pasta (a parte il parmigiano) ci sta bene tutto :)))

SONIA ha detto...

Ciao, questa ricetta sarebbe perfetta anche per la sfida in corso da me ;) a me farebbe piacere se partecipassi, ti aspetto!
Buona giornata
Sonia

Nora ha detto...

Flavio, solo puedo decirte, qué maravilla y qué antojo! Nunca he intentado hacer pasta fresca. Parece fácil.

Un abrazo

Byte64 ha detto...

Mary Mary,
il parmigiano è sempre ad libitum, io lo vieterei solo sugli spaghetti allo scoglio, ecco. ;-)

Ciao!

Byte64 ha detto...

Sonia,
grazie per l'invito, ma come già ebbi a dire in altre occasioni non sono molto per le competizioni bloggiche, soprattutto perché viene a mancare l'apporto delle papille gustative, che, secondo me, dovrebbe avere la precedenza sulla mera presenza scenica.

Ciao!

Byte64 ha detto...

Nora,
no me atrevo a decir que sea fácil, tuve muy buena maestra y durante muchos años, pero sí, tienes que conocer unas técnicas, tienes que conocer cuando la masa está bien, cuando está demasiado aguada o demasiado seca, para eso se necesita un poco de experiencia me imagino.

Un abrazo!

Mexico in my kitchen ha detto...

Hola Flavio, Que bonito se ve ese plato ya servido con la pasta. Hace tiempo que no hago pasta fresca. Me gusta hacerla a mano, como que me relaja el estirar la masa con el rodillo. Bueno casi todo lo que sea con harina me gusta mas hacerlo a mano.

Sabes yo aprendi a hacer la pasta fresca en Argentina, que curiosa la influencia tan grande que tiene ese pais de los inmigrantes italianos en su comida.

Como andas, ya mejores los animos?

Te envio un abrazo,

Mely

Byte64 ha detto...

Hola querida Mely,
gracias por el mensaje.
No me habías platicado de tu experiencia con la pasta argentina!
Fíjate que aquí argentina es sinónimo de carne asada al carbón, lo cual es cierto, pero sin olvidar todas esas recetas que se llevaron los emigrantes y ya adquirieron vida propia como los ñoquis.

Un abrazo amiga, ya andamos un poco mejor!

PS: te dejo el link al chavo del ocho, fíjate cuando empiezan a hablar de lo que comen los animales :-D

Byte64 ha detto...

PS: http://www.youtube.com/watch?v=GHT6g5pfgP0

la pulce ha detto...

Quella spianatoia è un sogno!!!!!!!

Byte64 ha detto...

Pulciosa,
Ikea rules!

Mi pare sia costata sui 19 euro, è comoda, poco ingombrante, di legno migliore dell'altra che usava mia madre, si pulisce molto facilmente e, last but not least, è delle dimensioni perfette per farci mezzo metro di pizza che non mi azzardo a chiamare napoletana per non offendere i presenti quantunque ci sarebbe da discutere... ^_^

Mia madre faceva dei lenzuoli a due piazze di sfoglia, ma io non ambisco a tanto, per cui va benone questa mignon da 3, massimo 4 uova alla volta :-D

Un abbraccio forte!

Mexico in my kitchen ha detto...

Haber cuando regresa el cocinero de este changarro. YA es casi navidad y nada.

Un saludo a ti y a tu familia. Espero esten pasando un buen tiempo.

Mely

Byte64 ha detto...

Mely,
es que no me tienen paciencia... ;-)

He cocinado mucho, pero no he logrado publicar nada, cuando sería hora de escribir, estoy muerto de cansancio y no me da para mas.

Un abrazo querida Mely!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...