Cerca una ricetta o un ingrediente

sabato 22 novembre 2008

Ciambella di ricotta

Quando si dice la combinazione!
Paola, sul suo blog, ha appena proposto una ricetta di focaccia nello stile del forno di Trastevere e per qualche coincidenza a me ieri sera è venuta l'ispirazione di fare una torta (o ciambella?) che mia moglie compra sempre in quel posto quando va a Roma. La mia è ovviamente un'imitazione, non conoscendo la ricetta originale, però mi sembra che il risultato sia molto simile.

Si tratta di una torta, ma chissà perché questo termine mi suona strano e mi viene da dire piuttosto ciambella, anche se non ha il buco, a base di ricotta di pecora. In realtà si può fare benissimo anche con la ricotta di mucca, ma per essere più filologico la faccio sempre con quella ovina visto che a Roma è quella che va per la maggiore e poi a proposito di pecore romane, ho un aneddoto da tramandare ai posteri.

Qualche anno fa ero a Roma per un corso ed una mattina, mentre stavo in autobus al semaforo tra via Cristoforo Colombo e via Oropa, vedo due vigilesse che inseguono tre pecore, con tanto di placcaggio rugbystico per evitare che una delle lanose creature finisse in mezzo all'incrocio.
Che dire, piuttosto surreale come veduta alle 8 di mattina, però una cosa è certa, a Roma la ricotta dev'essere freschissima davvero se le pecore pascolano perfino in città.



Ingredienti:
300g ricotta di pecora
250g farina tipo 0
200g zucchero
3 uova
1 bustina di lievito vanigliato (potete anche stare scarsi se volete)
pizzico di sale
scorza di limone grattugiata se la volete al profumo di limone
gocce di cioccolato se la preferite come nelle foto

Procedimento:
mescolare la ricotta con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia, poi aggiungere i tuorli d'uovo, tenendo da parte le chiare, infine aggiungere la farina mescolata al lievito vanigliato, un po' alla volta. Montare le chiare d'uovo a neve ferma e poi incorporarle lentamente al resto, mescolando delicatamente. Imburrate una tortiera con la cerniera, direi che l'ideale sia di diametro non superiore ai 22cm, la mia è da 20cm perché mi piace che la ciambella venga piuttosto alta. Infornare per circa 50 minuti, inizialmente a 200 gradi, abbassando poi a 180 quando la parte superiore avrà preso un bel colore. Estrarre dal forno quando lo stecchino infilato al centro uscirà asciutto.


La consistenza di questa ciambella è compatta, morbida, non friabile ed è una delle mie preferite tra le ricette di torte rapide.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...