Cerca una ricetta o un ingrediente

martedì 10 marzo 2009

Risotto al mirtillo ovvero del fungaiolo scalognato

Da queste parti solitamente la miglior stagione dei funghi porcini cade quasi sempre tra settembre e ottobre. Più o meno nello stesso periodo, si svolge anche la raccolta del mirtillo dell'appennino modenese.
Ora, essendo Marzo, quelli che vedete non sono certo mirtilli modenesi DOP, però m'era venuta una irrefrenabile voglia di preparare questo risottino dopo aver visto un'altra bizzarra e coloratissima ricetta a casa di Kiki.

Frugando nei recessi di internet ho potuto constatare di non essere stato l'unico ad avere questa epifania, però giuro di averla immaginata per conto mio e in buona fede.
Ma che c'entrano i funghi porcini?
C'entrano perché il cercatore di funghi non professionista, come me ad esempio, spesso torna a casa a mani vuote dicendo: "non ho trovato niente però guarda che bei mirtilli!".
Questo risotto quindi è dedicato a quei fungaioli della domenica che in mancanza del boletus edulis, s'accontentano magari di farsi una scorpacciata di vaccinium myrtillus raccolto con pazienza certosina bacca per bacca e non con il pettine da professionista, che oltre tutto è pure vietato se non siete residenti e/o avete richiesto l'apposito permesso all'autorità montana competente, visti i commi 22 bis e 22 ter :-)
Poi, a volte, è capitato persino di trovare il porcino gigante nascosto sotto la piantina di mirtilli, al margine del faggeto ed è una emozione che può essere vanificata solo quando scopri che in realtà trattasi del malefico boletus satanas, quello con il gambo giallo-rosso e la spugna cangiante verderame.
Oltretutto il mirtillo è un frutto dalle comprovate qualità salutari. Da esso si estraggono alcuni principi attivi (antociani e polifenoli) in grado di migliorare la capacità visiva e combattere l'arteriosclerosi.

Ingredienti:

350g di riso vialone nano
100g di mirtilli neri maturi e dolci
30g di burro
4 fette sottili di speck
4 bacche di ginepro
5g di porcini secchi
mezza cipolla rossa media
mezzo bicchiere di vino bianco
parmigiano reggiano grattugiato


Procedimento:
Prima di tutto mettete a mollo i porcini secchi in acqua tiepida.
In un pentolino scaldate il brodo, eventualmente di dado, che servirà per la cottura del riso.
Preparate il trito di cipolla e lo speck tagliato a striscioline. In una pentola da risotto, far sciogliere il burro e quindi versare la cipolla e lo speck. Soffriggere finché la cipolla sarà ben appassita. Versare il riso e far tostare per qualche minuto, poi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Aggiungere i funghi porcini tritati assieme alle bacche di ginepro tritate. Coprire il tutto con brodo caldo. Versare i mirtilli, lasciandone qualcuno da parte ad uso decorativo, e schiacciarli contro il bordo della pentola con una forchetta. Proseguire la cottura aggiungendo brodo se necessario.


Quando il riso sarà cotto, ma al dente, spegnere ed aggiungere formaggio parmigiano grattugiato, lasciandolo riposare coperto per un paio di minuti.
Decorare con qualche mirtillo che avete messo da parte precedentemente.

7 commenti:

Tomato&Basil ha detto...

e be' se non si trovano i porcini almeno si trovano i mirtilli! :-) chi si accontenta gode. Un bel risottino colorato mette allegria solo a guardarlo e soddisfa pure il palato, il tuo.. dev'essere stra-buonissimo con i funghi porcini. Grazie per avermi menzionata, un paio di volte io l'ho fatto ai mirtilli ma senza funghi; ripeto, il tuo dev'essere una favola anche come sapore. Ciao, Kiki

ivana ha detto...

Amiamo anche noi l'Appennino modenese, mio figlio ci va in bicicletta, noi invece più tranquillamente in macchina!
E stavo proprio scorrendo le pagine dei quadernetti sul Cimone e dei paesi del territorio, e mi son notata i biscotti al mirtillo!
E tu sei qui che ci fai il risotto!!! Telepatia!
Appena si vede il sole e si nota un certo tepore, vien voglia di fare le nostre escursioni sui colli!
Chissà se anche tu conosci la Rina, quella piccola trattoria da pochissimi posti, dove andava persino Schumacher a mangiare!
Va be'nostre cose prettamente campanilistiche, io son quasi più modenese trendy che bolognese!!!!
L'avrai notato!!!

Buona giornata e complimenti per il risotto!!!

Byte64 ha detto...

@Kiki
io in realtà ho dovuto ammettere che con dei mirtilli ben maturi sarebbe venuto ancora meglio, per cui lo rifarò e vedrò se fare aggiustamenti alla ricetta iniziale.

@Ivana
non ci crederai ma io non so proprio dove stia questa fantomatica Rina, però sono ben disposto ad imparare!
Sono tutto orecchie, anzi orecchiette! ;-)

ivana ha detto...

Non credo proprio che tu possa...trovare orecchiette da quelle parti (laugh!!!!)
Solo pollo in umido, crescentine....ine..ine, tagliatelle!!!!
E' così mimetizzata che non si indovina neppure dove potrebbe essere...io ci soggiornavo a pochi metri, ed era il rifugio per i "no kooking days"!!!
Ho cambiato itinerari, chissà se poi è ancora così!!!!

Buona giornata!!!

Byte64 ha detto...

Ivana,
ti sei dimenticata di dirmi dove sta la fantomatica Rina...

Ieri sera sono stato in un posto a Bologna chiamato "Nonna Rosa", ottimo gnocco fritto e crescentine modenesi, antipastini vari e primi vari.
Però ignoro l'importo della dolorosa, ha pagato un caro amico osservando che il prezzo era "adeguato".

Attendo ragguagli!

Mammamsterdam ha detto...

Ma è fantastico. Poi io da piccola i mirtilli li trovavo, i funghi non ci ho mai provato, quindi questa la vince sui porcini (e i mirtilli fanno tanto bene alla vista).

Byte64 ha detto...

Ciao Barbara!

Se mangi i mirtilli e di conseguenza ti migliora la vista, ci sono più chances di vedere i porcini mezzi nascosti sotto le foglie di castagno o di faggio...

;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...