Cerca una ricetta o un ingrediente

domenica 14 novembre 2010

Torta di mele campanine

Da un paio di giorni covavo voglia di torta di mele, vuoi perché avevo delle mele campanine da smaltire, vuoi perché è proprio una torta tipica della stagione, vuoi perché era finita la crostata di cocco, vuoi perché devo continuare la saga delle variazioni Tlazberg sulla torta di mele.


Armato di google non ho dovuto fare molti sforzi per imbattermi subito nella torta alle mele campanine delle Terre di Pico del signor Mazzoni, che non conosco, ma al quale faccio i complimenti per l'ottima ricetta. Le terre di Pico comprendono il territorio nei dintorni di Mirandola, ossia una parte consistente della cosiddetta Bassa Modenese, terra di meloni, angurie e frutta in generale, tra cui le mele campanine, un tipo di mela piuttosto piccolo, dalla polpa dura, consistente e decisamente profumata, molto utilizzata anche nel mantovano per farci la mostarda di mele grazie proprio alla capacità di non disfarsi durante la cottura.

Ingredienti:
1kg di mele campanine
250g di farina tipo 00
200g di zucchero
200g di burro
50g di pinoli
10g di lievito per dolci
4 uova
la buccia grattugiata di mezzo limone
un pizzico di sale

Procedimento:
montate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca spumosa, aggiungete un pizzico di sale, le uova una per volta, poi un po' alla volta la farina e il lievito istantaneo, infine la buccia grattugiata del mezzo limone. Quando avrete ottenuto un impasto viscoso ma liscio, aggiungete metà dei pinoli. In uno stampo apribile imburrato e infarinato versate il composto e poi procedete a pulire e tagliare le mele campanine. Per evitare che diventino scure le ho sbucciate e tagliate una alla volta, operazione piuttosto pallosa ve lo anticipo... Sì perché le campanine sono piccole e diventano scure alla velocità del fulmine, per cui appena tagliate vanno mescolate all'impasto.
Quando mancano le ultime 4-5 mele, accendete il forno e mettetelo su 180 gradi. Conservate un paio di mele per la decorazione finale che però potete fare barando come me, perché avevo leggermente meno di un chilo di mele campanine per cui ho affidato la decorazione ad una mela extracomunitaria :-D


Le torte di mele di solito le spolverizzo di zucchero perché così vengono leggermente meringate. Ricordatevi da ultimo di cospargere con i rimanenti pinoli.

Si cuoce per almeno 45 minuti o anche più, controllando con lo stecchino. Io l'ho cotta per 50 minuti poi l'ho lasciata nel forno spento per altri 30, finché non si è staccata dai bordi dello stampo da sola.

Come vedete i pezzetti di mela rimangono ben visibili e abbastanza sodi.

Una torta di mele semplice e genuina in cui il sapore delle mele campanine si sposa mirabilmente con il profumo della scorza di limone e dei pinoli.
Consigliatissima!

8 commenti:

Mexico in my kitchen ha detto...

Porque me haces esto? :) Ultimamente son puros pasteles, tortas, pay, o sea postres. Y apenas empieza el clima ideal para hornear. Creo nada mas de verlos postres que cocinas subo media libra.

AUnque este me gusto mucho.

Saludos,

Mely

Lilly ha detto...

Dimmi che posso usare anche solo mele extracomunitarie?!Mi piace molto la torta e grazie, ho imparato una cosa nuova anche oggi.Le mele campanine non le conoscevo.

Byte64 ha detto...

Mely,
te prometo que algun día voy a poner las recetas de las palomitas sin grasa y sin sal, para que se te quite el antojo

:-D

Un abrazo

Byte64 ha detto...

Lilly,
l'ennesima prajitura cu mere, come dici tu ;-)
Dai e dai va a finire che imparerò un po' di rumeno.

Puoi usare le mele che vuoi, basta che siano di quelle un po' brusche, non troppo dolci, ma compatte, insomma tipo le granny smith o forse le renette prima che diventino troppo mature. Eviterei invece le fuji che son buone ma troppo acquose, le morgenduft, che mi sembrano tra le peggiori mele in circolazione, le delicious e le golden che son troppo dolci. Le mele campanine son l'ideale perché sono saporite e molto sode.

Ciao!

PS: ma come è andata a finire a Mantova!??! Non hai più detto niente!

Lilly ha detto...

Che bravo: prajitura cu mere!

E andata bene, con tutta quella pioggia.Sto preparando un bel post con foto e ricetta mantovana.

Byte64 ha detto...

Ottimo Lilly, a questo punto sono doppiamente curioso.

Ciao!

Kiki ha detto...

In genere le mele appena tagliate vanno irrorate con del succo di limone per non farle annerire.
Operazione pallosa ok, ma io mi sono divertita a tagliare le mie mele a ventaglio.. :-P
Le mele campanine non so se le ho mai mangiate, ma credo di no..
Hai detto bene, e' la stagione e si va di torta di mele, anche io ne ho fatta una qualche tempo fa, sul blog solo oggi.
Facciamo scambio di fetta? Tu assaggia la mia torta di mele e io la tua :-D
La tua torta e' divina! Per cui faccio il bis ;-)

buona domenica Tlaz! :-)

Byte64 ha detto...

Sì ma tu di mele ne hai tagliate quattro, massimo cinque, io invece diciotto!

Vada per lo scambio.

Ah, se vedi che manca metà della tua torta di mele della nonna, sono rischi che si corrono a invitare gli amici per merenda... ;-)

Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...