Cerca una ricetta o un ingrediente

domenica 22 febbraio 2009

Spaghetti croccanti con mollica di pane secco e chi più ne ha, più ne metta

Nonostante i miei sforzi di comprare pane in quantità non eccedente il consumo familiare, ogni tanto capita che me ne avanzi e diventi vecchio. Il pane vecchio fondamentalmente si può convertire in pane grattugiato oppure, in campagna, si dà alle galline.
Esiste anche una terza possibilità che vedete proprio qui sotto.


Prima di entrare nei dettagli, volevo tramandare ai posteri una barzelletta carina, ma certamente ben più vecchia del pane di cui parlo.

Un tale compera il pane in un forno e quando torna a casa si accorge che gli hanno rifilato del pane raffermo. Il giorno dopo compra altro pane, sempre presso lo stesso fornaio e si accorge che anche questo è vecchio.
L'indomani torna nel negozio imbufalito e sbotta:
- Senta lei, sono due giorni che mi rifila del pane vecchio, si può sapere quando pensa di darmi quello di oggi?
- Venga domani!

Insomma, se vi rifilano del pane vecchio, non perdetevi d'animo, potete sempre riciclarne una parte per questa ricetta di pasta che difficilmente troverete al ristorante.
In realtà credo che questa ricetta sia molto popolare al sud, ma l'ho conosciuta per merito di mia moglie che, a quanto asserisce, l'aveva vista preparare in televisione alla mitica Biba (ma con altri ingredienti). Essendo però una ricetta dove il riciclaggio degli avanzi è imperativo, i componenti variano a seconda delle esigenze, fatta salva la costante della mollica di pane raffermo. Oggi, ad esempio, avevo 4 fette di melanzana alla griglia avanzate e ho pensato bene di infilarle nel miscuglio, ottenendo una variante francamente deliziosa.

Ingredienti:
pane vecchio (di qualche giorno, non esageriamo con la stagionatura!)
4 fette di melanzana grigliata (o qualunque altro avanzo possa prestarsi)
3 pomodori secchi
3 filetti di acciuga
1 pezzetto di peperoncino
4 cucchiai di olio extravergine q.b.
una manciata di capperi
4 spicchi d'aglio

Procedimento:
il condimento si prepara tranquillamente mentre l'acqua degli spaghetti arriva a temperatura.
Per prima cosa sbriciolare il pane vecchio in piccoli pezzi.

Poi prendete una padella, versate due cucchiai d'olio e due spicchi d'aglio, facendoli soffriggere finché diventano rosa. Toglieteli e versate le briciole di pane, mescolando continuamente, finché il pane non assumerà un colore rosso vivo.

Spegnete e versate il pane fritto in una ciotola. Pulite sommariamente la stessa padella e quando avrete buttato gli spaghetti fate soffriggere in altri due cucchiai d'olio gli altri due spicchi d'aglio assieme ai capperi e alle melanzane tritate. Se i pomodori secchi sono di quelli non sottolio, ammollateli un paio di minuti nell'acqua degli spaghetti, poi toglieteli e tritateli aggiungendoli al soffritto. Aggiungete anche il peperoncino se lo desiderate, io ho aggiunto chile ancho, un peperoncino messicano molto aromatico e poco piccante, che ci sta a pennello. In mancanza di peperoncini messicani, si può ripiegare su uno patriottico o sul pregiatissimo peperoncino di Senise.

Questo soffritto dovrebbe venire pronto qualche minuto prima degli spaghetti, che vanno scolati rigorosamente al dente e fatti saltare in padella un minuto col soffritto.
Al momento di servire cospargete ciascuna porzione con una manciata abbondante di mollichette fritte oppure lasciate che ognuno ne aggiunga ad libitum.

Se le molliche sono state cotte a puntino, otterrete un piatto dalla consistenza sorprendentemente croccante.

Questi spaghetti li dedico all'amica Milena, a cui piace tanto la cucina italiana.

9 commenti:

carmen ha detto...

effettivamente a napoli abbiamo una ricetta che prevede l'utilizzo di pane raffermo fritto assieme ad alici dissalate e aglio per condire gli spaghetti penso la tua variante non sia male ciao

Byte64 ha detto...

le varianti sono il sale della gastronomia!

Ciao Carmen,
Tlaz

kiki ha detto...

ma lo sai che io pane e pasta insieme non l'ho mai mangiato? O l'uno o l'altro per me, pero' quel piatto di spaghetti ocn mollica di pane... é molto invitante, lo assaggerei volentieri.
In due parole:: l'Irlanda é meravigliosa ed incantevole, te la consiglio!
kiki

Byte64 ha detto...

devi assolutamente farli Kiki, son così facili e gustosi!

Ieri me ne sarei mangiato una pentola...

L'Irlanda, chissà, magari una volta o l'altra potrebbe capitare di andarci anche per lavoro.
Vedremo.

Ciao!

Milena ha detto...

Qué buena receta!... las berenjenas me encantan y la pasta ya sabes que es una de mis debilidades, (tengo muchas ;)
Casualmente hace algún tiempo hice una receta que me recomendó mi amiga Kuky que vive en Estados Unidos, y aunque no es exacta me recuerda mucho a la tuya, http://www.phamfatale.com/includes/images/phamfatale/mac-and-cheese-closeup.jpg, se les hecha encima galletas molidas de cocktail y quedan crujientes como tú dices, estos son los "macaroni cheese and cookies" y se comen como acompañamiento..(un tremendo acompañamiento, pero ya sabemos como comen los gringos no?)
Me quedo con los tuyos, con ajo, berenjena y el pan crujiente con ese suave picante del chile ancho que por fortuna tengo, será seguro otra de mis futuras adicciones.
Ay tlaz tú me harás vivir en el gimnasio!
Un beso y gracias por la dedicatoria, me encantó!

Byte64 ha detto...

Ay que bueno, ves, ya entiendes el italiano, dale y dale jajaja!

Los maccheroni de tu amiga se ven muy ricos, tienes razón, de hecho el pan molido se usa mucho para platos cocidos en el horno y ese tipo de pasta se llama justamente "pasta al forno". Hay muchas recetas de pasta al forno, no todas llevan pan molido encima (gratinati o al gratin se dice) pero se puede hacer con varios ingredientes, inclusive verduras, pescado o salsa de carne (ragù).
Ya tengo una receta media lista que te va a gustar, nomas tengo que sacar unas fotos decentes.

Gracias Milena!
Ciao

sibbì ha detto...

Io faccio la mollicata, soffriggo con aglio e olio la mollica di pane raffermo ci butto su i pomodorini e ci condisco gli speghetti ma pure le pennette.

Questa però la transfugo, la transumo e la traghetto dillà ;-)

Byte64 ha detto...

Plaudo allo spirito d'intraprendenza!

:-)

giò ha detto...

Plaudisci pure, visto che non c'è altro modo ......selfserviciamo :-D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...