Cerca una ricetta o un ingrediente

giovedì 23 aprile 2009

Flan de coco

Il flan de coco è una ricetta che con qualche variazione si può trovare in tutta la cucina caraibica e probabilmente anche in quella centro e sudamericana, così come in quella messicana.

Ultimamente mi sono cimentato spesso con i flan e ormai penso di averne penetrato i segreti.
Di fatto questo creme caramél al cocco è fatto usando una ricetta molto simile a quella del flan de piñones.

Ingredienti:
una noce di cocco fresca
125g di zucchero di canna tipo demerara
4 uova
1 scatola da 170g di latte evaporato
1 tazza (125ml) di latte
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Per il caramello
100g di zucchero semolato
qualche goccia di limone

Procedimento:
per aprire la noce di cocco ho usato il metodo mostrato da Sanjay Thumma, già noto ai frequentatori di questo blog. Si mette la noce di cocco nel freezer per 15 minuti, poi si tira fuori e si colpisce con colpi di martello tenendola in mano, finché non si producono delle crepe che consentono di rimuovere la parte legnosa esterna. Una volta rimossa questa parte, si taglia la parte superiore per poter versare il latte di cocco in una tazza, in attesa di usarlo.
In realtà non è necessario usare tutta la polpa, diciamo che la cosa va un po' a gusti o a pazienza, io ne ho usato circa la metà.
In attesa di grattugiare il cocco, sbattete bene le uova con lo zucchero, poi aggiungete il latte evaporato e quello normale, la vaniglia e il latte di cocco fresco.

A questo punto conviene fare i preparativi per la cottura: accendete il forno a 180 gradi, mettete a bollire il recipiente d'acqua dove cuocerete il flan a bagnomaria e preparate il caramello per rivestire lo stampo, come già spiegato nella precedente ricetta.
Quando lo stampo è pronto, grattugiate il cocco e mescolatelo al resto, poi versatelo nello stampo.
Infilate lo stampo nel recipiente d'acqua bollente e mettetelo in forno per circa 45 minuti.
Verificate la cottura con il solito stecchino che dovrà uscire pulito.
Il flan va lasciato raffreddare qualche ora e poi va messo in frigo per almeno un paio d'ore prima di servirlo.
Per sformarlo è sufficiente immergere lo stampo in acqua bollente per un minuto e poi con l'aiuto di un piatto si gira e si estrae con un deciso scrollone.
Il cocco grattugiato, essendo più leggero, tenderà ad accumularsi sulla superficie, che poi finisce sotto, quando si estrae dallo stampo, come si vede nella fotografia. Per mantenere il cocco amalgamato in modo più uniforme bisognerebbe aumentare la densità del composto, forse usando solo latte evaporato e riducendo di conseguenza il tempo di cottura, ma francamente non è che se ne senta la necessità.

8 commenti:

alexs ha detto...

wow adoro la cucina messicana, penso che passerò spesso dal tuo blog
ciao Ale

Byte64 ha detto...

Benvenuta Ale,
se ti piace la cucina messicana sei arrivata nel posto giusto.

Mi raccomando, citofonare Tlazolteotl!

;-)

NORA ha detto...

Tlaz, este si es un FLAN, se ve maravilloso y ha de estar muy rico!

Aprovecho para preguntarte si tienes una receta de chorizo (salchicha) italiano que sea auténtica italiana. Ayer hice un ensayo (salieron 6) pero le puse de TODO lo que vi en varias recetas que tengo. Tu ha has hecho? Lo has publicado? pues no he visto todo lo que tienes. CIAO!

Byte64 ha detto...

Nora,
dices una receta para hacer el embutido o para utilizarlo como ingrediente?

ivana ha detto...

Ecco, vedo proprio che è una meraviglia....mi mancano, proprio sono negata per le cose sofficiose, temo sempre le tristi figuracce che ci faccio...quindi me le guardo e pregusto viitualmente da te!!!
Complimentissimi!!!

Buona domenica...mi sto perdendo per la settimana!!!!

Byte64 ha detto...

Ivana,
per me l'unico vero trucco che garantisce la riuscita del flan (e riduce i consumi di energia elettrica...) consiste nello scaldare preventivamente il recipiente con l'acqua bollente, perché non ha senso aspettare che l'acqua si scaldi dentro al forno. Guarda caso l'unica volta che il flan mi venne così così fu proprio quando non feci in questo modo.
Quindi portando a bollore la pentola con l'acqua ed immergendovi lo stampo, si abbreviano notevolmente i tempi.
Provaci, dai, magari col creme caramel classico se non vuoi farne di questi esotici.
Ciao!

NORA ha detto...

HOY VOLVI A VER tu receta de flan de coco... En mi comentario me refería al chorizo o salchicha italiana el embutido. La haz hecho?

En cuanto al flan como se me hace agua la boca!

Byte64 ha detto...

Nora,
nunca hice salchicha en la casa, ademas la conservación sería algo difícil y ahi donde vivo yo hay un monton de gentes que la hacen muy sabrosa, por eso nunca me dí la pena de hacerla yo mismo.

Ciao!
Tlaz

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...